... (several lines of customized programming code appear here)
  • L’ alternativa sicura al laser per la correzione di miopie elevate

    L’ alternativa sicura al laser per la correzione di miopie elevate

    Correggere i difetti visivi è una delle missioni principali che si pone il Centro Abax di Cuneo.

    Tale obiettivo viene perseguito offrendo ai pazienti una varietà di trattamenti diversi, in base alle diverse caratteristiche che, di volta in volta, il difetto da trattare presenta.

    Abbiamo già parlato in un altro articolo del nostro blog dell’utilizzo, a tal proposito, della tecnologia Lasik (leggi qui).

    Talvolta fattori legati alle caratteristiche dell’occhio, piuttosto che all’entità stessa del difetto visivo da trattare, suggeriscono al medico specialista di adottare tecniche differenti rispetto alla Lasik. E’ il caso, ad esempio, della Chirurgia Facorefrattiva. Non è di certo un caso se è sempre più frequente la richiesta, da parte dei pazienti, di essere sottoposti a tale approccio.

    Le lenti fachiche: un’alternativa al laser per il trattamento dei difetti visivi

     

    Per Chirurgia Facorefrattiva si intende la sostituzione del cristallino naturale con uno artificiale, al fine di correggere i difetti visivi (miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia) altresì non correggibili con altre tecniche.

    Le speciali lenti utilizzate in questo tipo di chirurgia vengono denominate lenti fachiche.

    Le lenti fachiche: cosa sono, e come vengono applicate?

    Le lenti fachiche sono lenti artificiali che vengono aggiunte all’occhio posizionandole dietro l’iride, a simulare una normale lente a contatto posta sul cristallino naturale.

    Esse consentono a tantissimi pazienti di poter finalmente dire addio a lenti a contatto e occhiali. Ma come vengono applicate?

    Preparazione all’intervento

    Prima di fissare l’appuntamento per l’intervento di applicazione delle lenti fachiche, è necessario che lo specialista possa eseguire una serie di esami standard: essi permettono la misurazione dei parametri da impostare per la procedura da svolgere.

    Se vuoi sapere di più sugli specialisti che eseguono questo tipo di operazione, visita la pagina del nostro sito dedicata all’Oftalmologia: clicca qui.

    L’applicazione delle lenti fachiche

    L’intervento inizia con la somministrazione, da parte del chirurgo, di gocce oculari anestetiche: queste garantiranno benessere e tranquillità al paziente.  

    Una volta che l’occhio è reso insensibile, il chirurgo effettua una micro incisione (3,5mm) all’estremità della cornea: essa consente l’inserimento e il posizionamento della lente fachica. Una volta introdotta dietro l’iride, la lente, molto morbida, si dispiega delicatamente all’interno dell’occhio.

    La procedura, nel suo complesso, dura generalmente dai 20 ai 30 minuti.

    Dopo l’intervento

    Le dimensioni microscopiche dell’apertura fanno sì che questa guarisca in maniera naturale e in pochissimo tempo, senza bisogno di punti di sutura.

    Il recupero post-intervento è rapidissimo: basti pensare che il paziente è in grado, già dopo poche ore dall’intervento, di lasciare il centro senza occhiali o lenti a contatto.

    La procedura viene completata con la prescrizione, da parte del chirurgo, di gocce oculari che aiutano a pulire l’occhio e a prevenire eventuali infezioni e infiammazioni post-intervento.

    Si consiglia al paziente di continuare a usare tali gocce per qualche giorno, una volta tornato a casa.

    Una serie di controlli periodici supplementari della vista viene successivamente fissata.

    Le lenti fachiche a Cuneo: l’impegno del Centro Abax nel correggere i difetti visivi

    Esistono trattamenti diversi per le differenti problematiche visive che i pazienti presentano: è per questo che il Centro Abax è in prima linea nello studio ed adozione di tecnologie all’avanguardia e nell’acquisizione di competenze diverse, allo scopo di rispondere, in maniera diversificata ma efficace, alle sempre mutevoli esigenze delle persone.

    Il Centro Abax  e le EVO Visian ICL: un percorso duraturo

    Un esempio dell’attenzione che il Centro Abax rivolge al trattamento dei difetti visivi è l’adozione della tecnologia EVO Visian ICL. Si tratta una tipologia di lenti fachiche all’avanguardia che permettono di correggere la miopia – anche nelle sue forme più difficili da trattare – garantendo al paziente comfort assoluto e liberandolo in maniera pressoché istantanea di occhiali e lenti a contatto.

    E’ dal 1997, anno del riconoscimento in Europa di tale tecnologia, che il Centro Abax adotta le lenti EVO Visian ICL: negli anni, esse hanno acquisito sempre maggior riconoscimento da parte di medici e pazienti, tanto da presentare oramai un’efficacia conclamata.

    Le tante esperienze positive nostri pazienti di questi anni sono la testimonianza migliore dell’efficacia delle lenti fachiche nel correggere i difetti visivi.

    Credi che sia arrivato il momento di dire addio a occhiali e lenti a contatto? Contattaci: da noi troverai un team specialistico di grande esperienza e professionalità, recentemente rinnovato con l’arrivo di nuove figure, in grado di ascoltare e accogliere davvero i bisogni peculiari di ogni paziente, di offrirgli le migliori soluzioni di guarigione e di consigliarlo al meglio sulle attività di prevenzione da attuare quotidianamente.

    Se desideri scoprire se hai requisiti giusti per essere il candidato ideale per l’applicazione delle EVO Visian ICL, non esitare a contattare il Centro Abax di Cuneo per una visita specialistica.

     

    [Prenota una visita: è facile e senza tempi di attesa]

     

    Scopri di più sugli specialisti in Oftalmologia del Centro Abax:

     

    Dott. Guido Caramello – clicca qui

    Dott. Antonio Capocotta – clicca qui

    Dott. Gaudioso Del Monte – clicca qui

    Dott.ssa Patricia Indemini – clicca qui

    Dott. Marco Leto – clicca qui

    Dott.ssa Rachele Roberta Penna – clicca qui

    Dott.ssa Rosanna Perno – clicca qui

    Dott.ssa Enza Pirozzi – clicca qui

    Dott.ssa Cristiana Valente – clicca qui

     

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply