Iperidrosi

Lyrica order form Per predisposizione costituzionale o per motivi probabilmente legati a stati emotivi, si può manifestare un eccesso di sudorazione (iperidrosi) rispetto alle esigenze dell’organismo. Questo disturbo riguarda principalmente la regione ascellare e il palmo delle mani o le piante dei piedi.
Spesso  è vissuta dai pazienti come una situazione invalidante e può condizionare pesantemente lo svolgimento di una regolare vita sociale e di relazione. 

http://stimuler.ca/?p=111

here L’intervento chirurgico  è la terapia risolutiva e viene eseguito in anestesia generale, con tecnica toracoscopica dai chirurghi toracici.

Le terapie farmacologiche – topiche o sistemiche – attualmente disponibili sono poco efficaci, e consentono al massimo una parziale e temporanea riduzione della sudorazione, poichè agiscono sul sintomo (sudore in eccesso) e non sulla causa (stimolazione nervosa abnorme delle ghiandole sudoripare). 

Una alternativa terapeutica  semplice e non invasiva consiste nell’iniezione sottocutanea della tossina botulinica, allo scopo di interrompere localmente la trasmissione dello stimolo nervoso alle ghiandole sudoripare. Con questo metodo è possibile controllare l’iperidrosi delle regioni trattate per un periodo di circa 5-6 mesi, ma a terapia va in seguito ripetuta.

Le sedi corporee che meglio rispondono a questo tipo di trattamento sono:

  • il palmo delle mani
  • la pianta dei piedi
  • le regioni ascellari