PRESENTAZIONE DELLA SPECIALITÀ

La Nefrologia è la disciplina medica che studia le malattie dei reni, definite “nefropatie”. 

Le nefropatie, nella fase iniziale, possono presentarsi con una sintomatologia poco appariscente: aumento della pressione arteriosa, variazioni dell’urina (colore, presenza di schiuma, ecc.), edemi rilevabili agli arti inferiori o al volto. Talvolta, il loro riscontro è del tutto strumentale (alterazioni dell’esame urine,  con presenza di proteine, o di sangue, o alterazioni microscopiche nello studio del sedimento urinario).

Nel caso di riscontro di una nefropatia non nota, il paziente dovrebbe sempre sottoporsi a una visita nefrologica, che ha l’obiettivo di giungere ad un inquadramento diagnostico corretto e quindi alla relativa terapia.

Le nefropatie possono essere primitive, quando i reni rappresentano il primo bersaglio, oppure secondarie ad altre malattie: tra queste è molto diffusa la nefropatia in corso di ipertensione arteriosa o di diabete mellito.

Le nefropatie possono insorgere acutamente, e poi risolversi completamente con l’opportuna terapia, oppure possono cronicizzarsi. In tutti i casi, acuti o cronici, le nefropatie possono arrecare un danno alla funzione renale, reversibile, o progressivo. 

Nei casi con nefropatia primitiva, o secondaria ad andamento cronico e perdita di parte della funzione renale, il paziente dovrebbe essere inserito in un percorso nefrologico ambulatoriale dove il Nefrologo, prendendosi carico delle situazioni di alterata funzione renale, mette in atto i provvedimenti dietetici e terapeutici necessari ad impedire la progressione della perdita funzionale.

Negli stadi di insufficienza renale avanzata, il compito della Nefrologia è quello di prevenire l’insorgenza dell’uremia, quadro di intossicazione sistemica causato dall’insufficienza renale avanzata e potenzialmente mortale scegliendo, tra i trattamenti sostitutivi artificiali della funzione renale, dalla emodialisi alla dialisi peritoneale sino al trapianto renale, quello più adatto alla situazione non solo clinica ma anche sociale ed attitudinale di ciascun paziente ed informando adeguatamente il paziente dei motivi della scelta e delle eventuali controindicazioni.

Infine, i pazienti in trattamento sostitutivo, teoricamente di durata indefinita, devono essere sottoposti a controlli periodici con l’obiettivo di valutare l’efficacia del trattamento sostitutivo stesso, con una eventuale modifica dei suoi parametri di programmazione.

In particolare, nell’emodialisi in ambulatorio dedicato, è necessaria la sorveglianza periodica del corretto sviluppo e funzionamento dell’accesso vascolare per emodialisi, per lo più realizzato chirurgicamente collegando una vena superficiale ad una arteria delle braccia. 

VISITE SPECIALISTICHE E AMBULATORI 

  •  Prima visita nefrologica

  •  Percorso della MRC= controlli periodici ambulatoriali

  •  Ambulatorio dell’Accesso Vascolare per emodialisi

Le stiamo preparando per voi.

I Nostri Specialisti

Dott. Alfonso Pacitti

  • Urgenze

    In caso di emergenze che riguardano gli occhi, i nostri specialisti in oftalmologia ti possono ricevere anche senza appuntamento.
    Come raggiungerci
  • Convenzioni e Finanziamenti

    Siamo lavorando per convenzionarci con le migliori assicurazioni e per offrirvi la possibilità di effettuare pagamenti dilazionati.
    Saperne di più
  • Orari di apertura

    l Centro è aperto nei seguenti orari: DA LUNEDI A VENERDI: dalle 8:00 alle 20:00 SABATO: dalle 9:00 alle 13:00 DOMENICA: chiuso
    Prenotare