fbpx

MIOPIA, ASTIGMATISMO, IPERMETROPIA, PRESBIOPIA

Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di goderti le cose che ti piacciono.

Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di goderti le cose che ti piacciono.

Se vuoi fare il primo passo…

Puoi venire al Centro Abax per farti visitare dai nostri oculisti, tra i più esperti del Nord Italia nella chirurgia refrattiva, e svolgere tutti gli esami propedeutici all’intervento (clicca qui se vuoi saperne di più su quali sono gli esami).

Solo così potrai finalmente toglierti il dubbio e scoprire se sei idoneo/a alla chirurgia per correggere il tuo difetto visivo. 

Se vuoi fare il primo passo…

Puoi venire al Centro Abax per farti visitare dai nostri oculisti, tra i più esperti del Nord Italia nella chirurgia refrattiva, e svolgere tutti gli esami propedeutici all’intervento (clicca qui se vuoi saperne di più su quali sono gli esami).

Solo così potrai finalmente toglierti il dubbio e scoprire se sei idoneo/a alla chirurgia per correggere il tuo difetto visivo. 

Perché fare l’intervento da noi?

Il Centro Abax è tra i pochi i centri in Italia che dispongono di tutte le tecnologie laser presenti sul mercato. Questo permette ai nostri chirurghi, tra i più esperti del Nord Italia, di poter scegliere tra le diverse tecniche possibili – SmartSight (SMILE), FemtoLasik, PRK, Lasik X-tra – quella che più si adatta alle caratteristiche del paziente (il tipo e l’entità del difetto, l’età, le condizioni anatomiche dell’occhio, come spessore o regolarità della cornea e dimensione della pupilla) e di performare quindi la tecnica, non solo più sicura, ma anche che dia i risultati migliori. 

Intervento SmartSight

Performata con il laser di ultima generazione Schwind ATOS questa tecnica è considerata un passo in avanti dal punto di vista tecnologico rispetto alla Femto-Lasik poiché non prevede più la creazione del flap corneale (ossia l’incisione e il sollevamento di uno strato della cornea) prima di eseguire il trattamento refrattivo.

La Smart-Sight crea un lenticolo intrastromale, correggendo il difetto del paziente attraverso un’incisione di soli 2 mm, preservando al 100% l’integrità dell’occhio. Questa tecnica si dimostra ideale per occhi con scarsa lacrimazione, per chi pratica sport di contatto o professioni fisicamente impegnative.

Per maggiori info su questa tecnica: clicca qui

Intervento FemtoLasik

La Femto-Lasik, (Cheratomileusi laser assistita in situ) è la seconda tecnica laser indicata per correggere miopia (da 1 a 7 diottrie), astigmatismo e ipermetropia d’entità lieve e media.

Si tratta di una tecnica più innovativa rispetto alla PRK che si avvale di due tipologie di laser: il laser Schind ATOS e il laser ad eccimeri Schwind Amaris 1050Hz.

Il trattamento si caratterizza per la rapidità e precisione d’esecuzione, ma anche per essere indolore per il paziente. 

Per maggiori informazioni su questa tecnica: clicca qui

Intervento PRK

La PRK (Cheratectomia Fotorefrattiva) è una tecnica chirurgica adatta a ridurre o correggere le miopie di lieve e media entità.

Della durata di pochi minuti, questa tecnica fa ricorso al laser ad eccimeri, ed è eseguita in anestesia topica (vengono cioè instillate gocce di anestetico nell’occhio). Il laser utilizzato viene applicato direttamente sugli gli strati più superficiali della cornea, asportando i tessuti tramite evaporazione. Semplicità di esecuzione e precisione al millesimo di millimetro (micron) contraddistinguono questo tipo di intervento.

Il recupero visivo post-intervento è già buono ad una settimana dalla sua esecuzione, stabilizzandosi nel giro di 4-8 settimane.

Per maggiori informazioni su questa tecnica: clicca qui

Perché fare l’intervento da noi?

Il Centro Abax è tra i pochi i centri in Italia che dispongono di tutte le tecnologie laser presenti sul mercato. Questo permette ai nostri chirurghi, tra i più esperti del Nord Italia, di poter scegliere tra le diverse tecniche possibili – SmartSight (SMILE), FemtoLasik, PRK, Lasik X-tra – quella che più si adatta alle caratteristiche del paziente (il tipo e l’entità del difetto, l’età, le condizioni anatomiche dell’occhio, come spessore o regolarità della cornea e dimensione della pupilla) e di performare quindi la tecnica, non solo più sicura, ma anche che dia i risultati migliori. 

Intervento SmartSight

Performata con il laser di ultima generazione Schwind ATOS questa tecnica è considerata un passo in avanti dal punto di vista tecnologico rispetto alla Femto-Lasik poiché non prevede più la creazione del flap corneale (ossia l’incisione e il sollevamento di uno strato della cornea) prima di eseguire il trattamento refrattivo.

La Smart-Sight crea un lenticolo intrastromale, correggendo il difetto del paziente attraverso un’incisione di soli 2 mm, preservando al 100% l’integrità dell’occhio. Questa tecnica si dimostra ideale per occhi con scarsa lacrimazione, per chi pratica sport di contatto o professioni fisicamente impegnative.

Per maggiori info su questa tecnica: clicca qui

Intervento FemtoLasik

La Femto-Lasik, (Cheratomileusi laser assistita in situ) è la seconda tecnica laser indicata per correggere miopia (da 1 a 7 diottrie), astigmatismo e ipermetropia d’entità lieve e media.

Si tratta di una tecnica più innovativa rispetto alla PRK che si avvale di due tipologie di laser: il laser Schind ATOS e il laser ad eccimeri Schwind Amaris 1050Hz.

Il trattamento si caratterizza per la rapidità e precisione d’esecuzione, ma anche per essere indolore per il paziente. 

Per maggiori informazioni su questa tecnica: clicca qui

Intervento PRK

La PRK (Cheratectomia Fotorefrattiva) è una tecnica chirurgica adatta a ridurre o correggere le miopie di lieve e media entità.

Della durata di pochi minuti, questa tecnica fa ricorso al laser ad eccimeri, ed è eseguita in anestesia topica (vengono cioè instillate gocce di anestetico nell’occhio). Il laser utilizzato viene applicato direttamente sugli gli strati più superficiali della cornea, asportando i tessuti tramite evaporazione. Semplicità di esecuzione e precisione al millesimo di millimetro (micron) contraddistinguono questo tipo di intervento.

Il recupero visivo post-intervento è già buono ad una settimana dalla sua esecuzione, stabilizzandosi nel giro di 4-8 settimane.

Per maggiori informazioni su questa tecnica: clicca qui

Perché non bisogna avere paura?

  • Le tecnologie laser di oggi non sono invasive come quelle di vent’anni fa: dopo l’intervento il recupero visivo è quasi immediato (il giorno dopo il paziente ha già recuperato il 70%-80% della vista) e l’assenza di dolore consente di tornare ad una vita normale nel giro di pochissimo tempo. 
  • Prima dell’intervento viene applicata un’anestesia topica, tramite gocce di collirio, che non fa sentire alcun dolore. 
  • Tramite una serie di esami altamente precisi (puoi scoprire tutti gli esami qui), il chirurgo analizza tutte le caratteristiche dell’occhio per valutare la fattibilità dell’intervento che verrà eseguito SOLO qualora gli esami risultino positivi per evitare problematiche posteriori. Al primo posto c’è sempre la sicurezza del paziente. 

Perché non bisogna avere paura?

  • Le tecnologie laser di oggi non sono invasive come quelle di vent’anni fa: dopo l’intervento il recupero visivo è quasi immediato (il giorno dopo il paziente ha già recuperato il 70%-80% della vista) e l’assenza di dolore consente di tornare ad una vita normale nel giro di pochissimo tempo. 
  • Prima dell’intervento viene applicata un’anestesia topica, tramite gocce di collirio, che non fa sentire alcun dolore. 
  • Tramite una serie di esami altamente precisi (puoi scoprire tutti gli esami qui), il chirurgo analizza tutte le caratteristiche dell’occhio per valutare la fattibilità dell’intervento che verrà eseguito SOLO qualora gli esami risultino positivi per evitare problematiche posteriori. Al primo posto c’è sempre la sicurezza del paziente. 

Compila il form per prenotarti!

Privacy

Compila il form per prenotarti!

Privacy