fbpx

Iniezioni intravitreali

Una prestazione specialistica svolta presso il Centro Abax

La produzione di particolari proteine in grado di stimolare la produzione di neovasi e promuovere l’aumento della permeabilità dei capillari della retina e l’infiammazione, è alla base delle più comuni patologie degenerative e vascolari della macula. Il trattamento d’elezione delle malattie della macula è rappresentato dalle iniezioni intravitreali.

Di queste patologie, le più note sono:

  • degenerazione maculare legata all’età essudativa;
  • edema maculare secondario a retinopatia diabetica;
  • degenerazione maculare essudativa legata alla miopia;
  • edema maculare secondario a occlusione venosa retinica;
  • edema maculare infiammatorio;
  • trazioni vitreomaculare e fori maculari di piccole dimensioni.

Che cosa sono le iniezioni intravitreali?

Le iniezioni intravitreali sono la somministrazione di farmaci anti-VEGF o di corticosteroidi, a rilascio prolungato. I farmaci in questione hanno un elevato profilo di efficacia e sicurezza, e hanno lo scopo di curare le maculopatie. Data la natura dei farmaci iniettati, questo tipo di terapia prevede diverse sedute. Tendenzialmente, le iniezioni intravitreali di farmaci anti-VEGF vengono realizzate a cadenza mensile; durante il primo anno ne sono necessarie circa 6-7. Per quanto riguarda invece le iniezioni intravitreali di farmaci cortisonici, la somministrazione solitamente viene ripetuta non prima dei 4 mesi.

Come si svolgono le iniezioni intravitreali?

Lo specialista in Oftalmologia applica, tramite collirio, un’anestetico sull’occhio da trattare, mentre un particolare strumento, lo blefarostato, serve a impedire alle palpebre di chiudersi. Viene, inoltre, disinfettata la cute perioculare e del sacco congiuntivale. Successivamente, il medico procede con l’iniezione.

Le iniezioni intravitreali sono del tutto indolori per il paziente che vi si sottopone, e durano appena un minuto.

Dopo le iniezioni intravitreali

E’ bene che il paziente, in seguito alle sedute di iniezioni intravitreali, si sottoponga a controlli periodici, da realizzarsi secondo tempi e modi suggeriti dall’oculista.

Prenota la tua prestazione

Scopri di più sulla specialità

Leggi gli ultimi articoli

Gli specialisti per questa prestazione

Antonio Capocotta

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Beatrice Bonetti

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Cristiana Valente

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Enza Pirozzi

Enza Pirozzi

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Gaudioso Del Monte

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Guido Caramello

Guido Caramello

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Marco Leto

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Raphael Gallo

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Rosanna Perno

Rosanna Perno

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Nikolas Koukas

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Patricia Indemini

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Rachele Roberta Penna

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >

Renata Migliardi

Renata Migliardi

Specialista in Oftalmologia

Visita il suo profilo >