fbpx

Visita cardiologica

Una prestazione specialistica svolta presso il Centro Abax

Cardiologia

La visita cardiologica è la visita specialistica finalizzata alla diagnosi di problematiche cardiologiche. In quanto tale, essa viene svolta da uno specialista in Cardiologia, che spesso, a tale scopo e in tale contesto, provvede a eseguire un elettrocardiogramma.

Quando sottoporsi a visita cardiologica?

La visita può essere il primo contatto del paziente con il cardiologo, oppure rappresentare la continuazione di un processo terapeutico o diagnostico già avviato. E’ consigliabile, in ogni caso, sottoporsi a visita cardiologica qualora si avvertano i seguenti sintomi:

  • respiro affannoso (dispnea);
  • capogiri;
  • svenimenti;
  • palpitazioni;
  • dolore toracico;
  • sensazione di debolezza;
  • gonfiore degli arti inferiori.
    In questo senso, la visita cardiologica mira a rilevare l’eventuale connessione tra tali sintomi e i principali disturbi cardiaci, quali ad esempio:
  • cardiopatia ischemica;
  • valvulopatie (patologie che colpiscono le valvole cardiache, come stenosi e insufficienza);
  • scompenso cardiaco;
  • cardiomiopatie;
  • ipertensione arteriosa;
  • patologie delle coronarie;
  • alterazioni del volume e del ritmo cardiaco (fibrillazioni, extrasistole, aritmie);

I pazienti portatori di protesi valvolari sono chiamati a sottoporsi regolarmente a visita cardiologica.

Come si svolge la visita?

La visita inizia con una breve indagine, detta anamnesi, con la quale il medico cardiologo raccoglie informazioni sulla storia clinica del paziente e dei suoi familiari, oltre che sul suo stile di vita e sui sintomi da lui avvertiti.

In seguito all’anamnesi, il cardiologo prosegue con l’auscultazione del cuore e dei polmoni e con la misurazione della pressione arteriosa. Generalmente, la durata di una visita cardiologica varia dai 15 ai 30 minuti.

Esami complementari alla visita cardiologica

A scopo diagnostico, il cardiologo può prescrivere ulteriori esami nel contesto della visita cardiologica. Tra questi si possono menzionare:

  • elettrocardiogramma (ECG): se il cardiologo lo ritiene necessario, un elettrocardiogramma viene svolto, a completamento della visita, per monitorare l’attività elettrica del cuore, allo scopo di accertare – o escludere – patologie a carico del sistema cardiaco;
  • ecocolordoppler;
  • test cardiovascolare da sforzo;
  • ecografia;
  • test ematici, allo scopo di monitorare i livelli di grassi (colesterolo, trigliceridi) presenti nel flusso sanguigno.

Prenota la tua prestazione

Scopri di più sulla specialità

Leggi gli ultimi articoli

Gli specialisti per questa prestazione

Antonella Deorsola

Specialista in Cardiologia

Visita il suo profilo >

Enrica Conte

Specialista in Cardiologia

Visita il suo profilo >